Il notiziario Bobbiese

notizie dalla città di Bobbio

  • Siti Interessanti

Archive for ottobre, 2008

Moione

22nd ottobre 2008

Moione – Dialetto bobbiese: Muiòn. Da “molleus”, terreno acquitrinoso. Il toponimo Muiòn è un accrescitivo dell’aggettivo “mòi”.

Posted in Appunti di toponomastica | No Comments »

Cà Borelli

20th ottobre 2008

Cà Borelli – anticamente il sito era indicato come Caborelli – in dialetto bobbiese Caburèi – Troviamo già nel doc., c.23 B., del 9 dicembre 1398 e in altri successivi del 1400, “ terre in Caboregio”. Con il trascorrere è stato trasformato in Cà Borelli.

Posted in Appunti di toponomastica | No Comments »

Pietranera

20th ottobre 2008

Pietranera – dialetto bobbiese Pranèigra – Nel vol. III a pag.121 del Codice Diplomatico di SanColombano si legge “ terre ad Petras nigras sive ad Cumum”, c.31 A, doc. dell’8 gennaio 1402.

Il paese è costruito su terreno ofiolitico di colorazione nera.

Posted in Appunti di toponomastica | No Comments »

Cavanna

20th ottobre 2008

Cavanna: dialetto bobbiese Cavàna – Il toponimo appare già in un doc. dell’agosto 1143, nel Vol. III del Codice Diplomatico di San Colombano, a pag 141. Il nome viene indicato dal G.B. Pellegrini nella sua Toponomastica Italiana, come derivato da “capanna”.

Posted in Appunti di toponomastica | No Comments »

I Cimarini

2nd ottobre 2008

I Cimarini – in dialetto Bobbiese i simarìn. Il toponimo che identifica questo gruppo di case nasce dalla posizione in cui questo gruppo di case si trovano: en sìma a ra còsta (in cima al pendio), da cui il nome italiano Cimarini.

Posted in Appunti di toponomastica | No Comments »

Faraneto

1st ottobre 2008

FARANETO – in dialetto bobbiese Faranèid – Il toponimo contenente la voce fara di derivazione longobarda si rapporta con il germanico faran, andare (con mezzi di trasporto). Attestata in fonti latine dell’a. 569 e poi nell’Editto di Rotari, significa dapprima “spedizione militare”con una annotazione accessoria di tipo genealogica, cioè una spedizione che include anche i consanguinei e le masserie; successivamente “insediamento con scopi militari di Longobardi, quindi piccolo nucleo demografico e fondiario i longobardi si sono trasformati in agricoltori. Con quest’ultimo significato si trova riflesso dando origine a nomi locali di insediamenti longobardi. Attualmente può indicare “famiglia immigrata”, “piccolo podere”, “villaggio”. (Pfister 1982, 119-22)

Posted in Appunti di toponomastica | No Comments »